Curiosità

7 aprile 2020 MailArt e Mascherine...è #Rinascita2020

Ricominciare si può, anzi si deve. Anche a partire da un semplice hastag.

Ricominciare si può, anzi si deve.

Anche a partire da un semplice hastag. Con l'Associazione Gente&Paesi_Casa dell'Artista, qualche giorno addietro abbiamo scelto questo: #rinascita2020.
È il titolo che abbiamo dato ad un progetto di mail art, l'arte postale, forse il movimento artistico meno codificabile e definibile che si esprime attraverso mille rivoli di comunicazione utilizzando sia la posta tradizionale che quella elettronica.

Una rete impalpabile di creativi collocati alle latitudini più improbabili che, da un secolo almeno, hanno inventato una sorta di rete prima della rete e continuano a tenersi in contatto scambiando messaggi, immagini, opere anche complesse, ma, soprattutto, non destinate al mercato.
In un momento drammatico come quello che stiamo vivendo a qualcuno potrebbe sembrare un' idea un po' frivola o quanto meno strampalata.
Invece credo che non lo sia, anzi.

A giudicare dalle risposte che stiamo ricevendo e dalla quantità di messaggi di mailartisti dedicati al tema della pandemia che si trovano in rete, siamo convinti di aver visto giusto.
Intanto fin dal titolo l'iniziativa mira a lanciare un messaggio di fiducia, un invito a guardare al futuro da costruire facendo anche tesoro che la drammatica situazione in cui siamo precipitati dovrebbe suggerirci.

Con la nostra nuova pagina Fb #rinascita2020 chiediamo agli appassionati, e comunque a tutti coloro che vorranno, di inviarci una loro opera, per posta ordinaria e formato cartolina (fino ad un massimo di formato A4), sul tema della rinascita dopo la paura, della ricostruzione di un mondo migliore. Diamo tempo per l'invio fino al 31 di luglio, poi, quando si potrà fare, tutti i lavori pervenuti saranno esposti.

Naturalmente man mano che arriveranno li pubblicheremo anche sui nostri canali social, come messaggi di fiducia in un domani migliore da costruire insieme.


Quello degli artisti che si scambiano messaggi postali mi ha sempre incuriosito, ma non lo conosco a fondo. Tuttavia il progetto di oggi ha un piccolo precedente.

Nel 2009, sempre con la Casa dell'Artista, lanciammo un'altra call intitolata "Terred'Asti - Colline dell'Anima", le risposte non furono tantissime, ma arrivarono messaggi e opere curiose anche da molto lontano.

Il giapponese Riosuke Cohen, uno dei più noti artisti del settore ,ci inviò addirittura due sue opere del progetto intitolato "Brain Cell", cellula cerebrale.

Altri risposero dagli Stati Uniti e dalla Malesia, dalla Spagna e dal Portogallo, dalla Norvegia, oltre che da Savona, Torino, Bergamo, Medicina e Venezia. Da Asti parteciparono Annibale Bianchi, oggi scomparso, e Gianni Buoso.
Ora il regolamento per partecipare al progetto è pubblicato in rete alla pagina fb #rinascita2020 e ci risulta letto, gradito e condiviso da molti addetti ai lavori, soprattutto all'estero.
Lanciato il progetto artistico, veniamo alle più pressanti esigenze dell'oggi.

Essendo convinti che ci si può dare una mano concreta ed essere vicini anche stando per il momento lontani, abbiamo deciso di confezionare alcune centinaia di mascherine (si chiamano anch'esse #rinascita2020) da offrire innanzitutto alla popolazione di Portacomaro, il paese in cui ha sede la Casa dell'Artista.
A gennaio avevamo allestito, nella Casa dell'Artista, con Enza Sorrentino, una creatrice di bijoux nota come Visce', un piccolo laboratorio creativo.

Ma non abbiamo fatto in tempo a presentarlo nè ad avviarne le iniziative. Allora abbiamo pensato di non fermarci comunque.

Enza si è messa al lavoro e, con diverse collaboratici, ha disegnato, tagliato e cucito alcune centinaia di preziose mascherine da distribuire gratuitamente a chi ne ha bisogno. 
L'idea è piaciuta e tutti noi siamo molto contenti.

In attesa di riprendere i discorsi lasciati in sospeso con l'arte africana e il catalogo Madri d'Africa appena pubblicato da Scritturapura, le giornate di Golosaria che slittano a settembre e tutte le altre idee che ci girano in testa, per il momento guardiamo all'indispensabile e siamo pronti a ripartire, dopo la tempesta, per contribuire ad una nuova stagione di crescita del nostro Monferrato.

Noi della Casa dell'Artista (oltre a #rinascita2020) abbiamo scelto questo motto, o parola d'ordine, se preferite: #daichepassa.

 

*Cc:

La copia conoscenza (cc o c.c.) è una modalità di creazione simultanea di più copie di un documento che prevede l'aggiunta al documento dell'abbreviazione "cc" seguita da un elenco di destinatari, detti appunto destinatari in copia conoscenza. Essa è utilizzata sia con documenti cartacei che per invii di posta elettronica; poiché il processo di copia cartacea avveniva generalmente mediante carta carbone, essa è anche detta copia carbone (in inglese carbon copy).

Condividi

Commenti (0)
Nessun commento.
Per lasciare un commento devi essere registrato .